Il cambio del pelo del cane: qualche consiglio!

 In curiosità bestiali

C’è chi lo cambia un po’ prima e chi un po’ dopo. A qualcuno sarà già passato questo periodo mentre altri lo stanno cambiando o hanno già finito … indovinate di cosa stiamo parlando?

Del cambio del pelo del cane!

Questo è un periodo molto importante per i nostri amici perché si preparano ad “attrezzarsi” per l’estate (o per l’inverno), ma per noi sicuramente è un po’ periodo, diciamoci la verità, un po’ “faticoso”.

Ciuffi di peli che danzano nell’aria, ad ogni carezza peli su peli che si attaccano ai nostri vestiti e poi possiamo spazzare cento volte al giorno … ma qualche ciuffo, siamo certi, spunterà come per magia!

La muta del cane è un processo fisiologico che avviene 2 volte l’anno. Cosa possiamo fare per agevolare questo processo e far sì che il nostro amico abbia il manto sempre bello e in salute?

Innanzitutto, è bene ricordare che il cambio del pelo del cane varia per intensità e per durata a seconda della razza e dello stile di vita del cane (i cani che vino in giardino, ad esempio avranno una muta più breve agli amici che vino in appartamento).

Il fattore che dà inizio a questo processo fisiologico è la luce: infatti, in primavera, l’allungamento delle ore di luce scatena quindi l’inizio della muta … ecco perché un cane che vive in giardino subirà una muta più regolare e breve rispetto ai cani che vivono in casa.

Durante questo periodo è quindi fondamentale spazzolare più o meno frequentemente il nostro amico seguendo diverse modalità in base al tipo di pelo del cane.

Se il nostro amico ha il pelo raso non è necessaria una cura costante e particolare: basterà spazzolare il manto 1 -2 volte a settimana, passando prima con una spazzola più rigida in contropelo in modo che si stacchino anche forfora e peli morti e poi con una spazzola più morbida in direzione del pelo.

Qualora il tuo piccolo amico avesse il pelo corto che di solito si presenta come molto fitto e duro, è bene spazzolarlo spazzolato ogni 2 giorni. Anche in questo caso la modalità sarà sempre la stessa: un primo passaggio con un cardatore a contropelo per staccare i peli, forfora e sfoltire la lanuggine del sottopelo. Poi deve essere seguito da un passaggio con una spazzola di setola nella direzione di crescita dei peli per eliminare tutti i residui.

Gli amici a 4 zampe a pelo lungo, infine, dovranno essere spazzolati quotidianamente ogni giorno. In questo caso la spazzolatura dovrà essere eseguite nella direzione di crescita del pelo con una spazzola che permette di sciogliere i nodi ed eliminare il sottopelo in modo delicato.

Post recenti

Leave a Comment

antiparassitari-per-canigelato-per-cani